PreVisioni e PreSentimenti - PreVisioni e PreSentimenti

PreVisioni e PreSentimenti di Francesco Morace

RSS Feed

La riscossa dell’Italian Way of Life

Negli ultimi giorni – tra le sfuriate del tempo meteorologico e quelle di Celentano al festival di San Remo – sono stati resi noti dati importanti che rischiano di passare sotto silenzio. Importanti perché segnano una inversione di tendenza e segnalano una capacità di reazione del nostro Pase che spesso viene da noi stessi sottovalutata. Il primo segnale arriva dal Meridione ed è davvero inatteso: il numero più alto di nuove imprese create sul territorio italiano si registra a Sud, e vede come protagonista quella generazione di venti e trentenni che normalmente viene assimilata – correttamente se badiamo ai numeri – alla condizione di mammoni o bamboccioni. Accanto ai loro coetanei che spesso hanno rinunciato sia allo studio che al lavoro, si registrano migliaia di giovani di buona volontà che si rimboccano le maniche e con i risparmi di nonni e genitori immaginano e avviano una loro attività investendo sul proprio futuro. E' una notizia che può fare solo piacere. Contemporaneamente emerge con chiarezza un dato che invece già da tempo dimostra la nostra vitalità e che troppo spesso non viene rimarcato: la straordinaria capacità del made in Italy di far sognare i consumatori di tutto il mondo. L'Istat ci ha infatti confermato che l'export per il nostro sistema industriale continua a tirare, anche in piena recessione. A dicembre 2011 l'export è infatti cresciuto del 5.7% rispetto al dicembre dell'anno precedente, con una crescita ancora più significativa (l'11.4%) nell'area più strategica dei mercati extraeuropei. Se si guarda al complesso del 2011 l'aumento dell'export extra-Ue è stato addirittura del 14.9%. E' ormai da molti anni che in questo blog segnaliamo la vera grande via di uscita da una crisi che non è una crisi ma una lunga fase di transizione paradigmatica: puntare tutto sull'espansione dell'italian way of life nel mondo, che magicamente costituisce ancora oggi – nonostante il discredito che la politica ha prodotto sull'immagine Paese in questi anni – una straordinario serbatoio di sogni e desideri per i consumatori di tutto il mondo. Il marchio Italia non solo resiste ma sbaraglia ogni altro concorrente in termini di Marchio-Paese: più forte della Francia, della Germania e degli stessi Stati Uniti. Ci si chiede cosa saremmo capaci di fare se solo ci credessimo: il terzo Rinascimento di cui andiamo parlando in questi ultimi anni potrebbe davvero essere alle porte.

Commenti

Concordo, anche se ritengo che l'Italian Way of Life debba anadare oltre il marchio, la firma o il design. Sarebbe troppo riduttivo e riproporrebbe un modello consumistico che non regge più. Bisogna esportare soprattutto idee, buone pratiche, modelli etici e cultura, e per questo credo che non siamo ancora pronti. Ci vorrà ancora del tempo.
E proprio cos lItalian Way è un modo di pensare ma anche di fare: in questo momento risponda da Lecce dove stiamo aprendo la prima Accademia del Rinascimento in collaborazione con Università e alcune Aziende del territorio e che si pone come obiettivo proprio quello di accelerare i tempi! Buona giornata
In bocca al lupo, davvero col cuore. Mi piace molto quello che state facendo :-)
grazie Alessandra, speriamo di conoscerci presto... Francesco