PreVisioni e PreSentimenti - PreVisioni e PreSentimenti

PreVisioni e PreSentimenti di Francesco Morace

RSS Feed

L’impresa del talento

La crisi si è trasformata in nuova consapevolezza e quella del talento è diventata la nuova grande sfida: una vera e propria impresa che le aziende italiane (soprattutto quelle medie e piccole) sono costrette ad affrontare con rinnovata energia, con intelligenza, competenza e accettazione del rischio. Laddove il talento e l’ingegno italiano prosperavano in modo spontaneo, epidermico, nonostante il ritardo culturale e tecnologico del nostro Paese, oggi troviamo imprenditori e territori che vivono la necessità assoluta di ri-organizzarsi, rigenerarsi, ridefinire i propri obiettivi e le proprie strategie partendo dall’unicità del proprio talento. In modo assai più consapevole e condiviso, se si vuole evitare la scomparsa dai mercati. Chi comprende le nuove condizioni per proporre una vera e propria impresa del talento ha tutte le possibilità di farcela, non solo sopravvivendo ma anche prosperando, raggiungendo livelli di crescita insperati solo qualche anno fa. Il mercato del made in Italy conosce infatti in questi anni un destino paradossale: chi rafforza il proprio carattere distintivo, chi punta sull’export e su una visione espansiva, anche partendo da dimensioni contenute, raggiunge crescite a due cifre attraversando la crisi senza colpo ferire; chi invece reagisce con paura, chi ripiega su modelli di business timidi e imitativi, sacrificando l’innovazione sull’altare dei costi e dei prezzi, subisce gravi danni e spesso non si risolleva. Il problema non è dimensionale, come spesso si è affermato: la discriminante non è tra le aziende piccole e quelle grandi, ma tra le aziende aperte, connesse, vitali e quelle chiuse, statiche, impaurite