PreVisioni e PreSentimenti - PreVisioni e PreSentimenti

PreVisioni e PreSentimenti di Francesco Morace

RSS Feed

PreVisione 128. Condivisione, sostenibilità, feeling

 

22 marzo 2011. A distanza di tre anni il Salone del Mobile riapre i battenti tra due settimane, e diventa quindi utile una riflessione sui driver strategici che avevamo individuato per una verifica a distanza. Tutto sembrerebbe confermato nella sostanza, anche se alcune indicazioni sono decisamente maturate, come nel caso della sostenibilità.

 

Data della previsione: 22 marzo 2008

Attendiamo il Salone del Mobile. Diventa allora interessante una riflessione e una previsione sul futuro della domesticità. Ciò che appare evidente dalle nuove proposte, è che sostenibilità, condivisione e feeling diventeranno le priorità vitali in casa. Creando nuove atmosfere.
Allo stesso tempo un semplice e comune oggetto di arredamento come una lampada diventerà uno “standard espressivo”: il rivestimento delle poltrone subirà una trasformazione cromatica con il calore del corpo e la fantasia del tappeto cambierà con il tempo e l’umidità. Il feeling sarà una variabile espressiva e un codice di lettura.
Sarà importante creare un contesto abitativo in grado di trasmettere serenità e diventare un “luogo dei sogni”, anche solo per poco tempo. Le persone vanno alla ricerca di ambienti che abbiano le giuste caratteristiche per consentire il relax, in cui ciascuno possa dedicare tempo a se stesso e ricaricare le batterie. L’attrazione magnetica dei nuovi media con lo schermo piatto, o l’effetto rassicurante dei sistemi di alta qualità del suono, manterrano la loro capacità di migliorare la qualità dell’esperienza.
“Ritagliarsi” uno spazio dentro casa, creando un’isola felice dedicata a un’esperienza intensa, diventerà possibile. Sistemi di intrattenimento e dispositivi elettronici potranno rappresentare il supporto per una esperienza da “bolla ipertecnologica”. Creatività ed espressione personale sono state spesso associate alla superficialità e all’eccesso. Negli ultimi anni tuttavia si sono distinte nel mondo della creatività precise connotazioni che sono più vicine alla sostenibilità che alla stravaganza. Nella domesticità avanzata si assiste a un lento slittamento verso una nuova consapevolezza ecologica che va oltre il riciclo.
Diventa essenziale per la tecnologia supportare la funzione e la fruizione, rimanendo discreta: si ha la consapevolezza della tecnologia, senza esserne intimiditi. Essere circondati da oggetti intelligenti significa che anche la qualità delle esperienze condivise con altri può essere intensificata. La previsione è che comunque tutto verrà vissuto all’insegna della condivisione, della sostenibilità, del feeling.

Data di scadenza: 22 marzo 2013