PreVisioni e PreSentimenti - PreVisioni e PreSentimenti

PreVisioni e PreSentimenti di Francesco Morace

RSS Feed

PreVisione 7. Unicità inconciliabile del corpo

11 luglio 2011. Già in questi quattro anni il ruolo del corpo ha giocato una partita che mai avremmo immaginato. L'arte, il teatro, il cinema, tutte le discipline espressive hanno abbandonato le loro elucubrazioni virtuali e disincarnate per una potente riconversione sulla carnalità del corpo e il fallimento definitivo del cyberspazio e del transumano. E siamo solo all'inizio. Nei prossimi sei si apriranno nuovi, interessantissimi giochi.

Data della previsione: 11 luglio 2007

Al centro di una modernità più avanzata nel giro di un paio d’anni troveremo nuovamente il corpo, che negli anni di esplosione della new economy era stato fortemente penalizzato. Il corpo rappresenta l’unicità inconciliabile di ognuno: nessuno può vivere nella pelle di un altro. L’unicità delle percezioni, delle sensazioni e delle emozioni personali, riconquisteranno la scena, così come le sofisticate peregrinazioni del nostro cervello. C’è sempre una parte dell’esperienza corporea che non è traducibile e non viene mai interamente tradotta nel linguaggio. Sensazioni profonde, emozioni, non sono interamente comunicabili agli altri perché rappresentano una parte indicibile dell’esperienza personale, che non può essere né riprodotto né controllato dall’esterno. Anche per questo verranno fortemente ridimensionate tutte le sperimentazioni sull’intelligenza artificiale, sui corpi sintetici e su forme di vita artificiali in qualche modo sostitutive delle più banali esperienze corporee o cerebrali.

Data di scadenza: 11 luglio 2017